Io sono Socio

Come si diventa Socio?

Ogni Cooperativa ha una procedura e dei requisiti per l’ammissione a Socio. Il Consiglio d’Amministrazione valutate le richieste, delibera l’ammissione e la comunica alla persona richiedente. A questo punto inizia la sottoscrizione del capitale sociale da parte del socio ammesso. Tale quota è la prima forma di autofinanziamento della Cooperativa ed è una voce importante del Patrimonio Netto. La quota sociale è sempre di proprietà del socio ed è una forma di investimento nel proprio lavoro. Al termine del rapporto con la Cooperativa viene restituita al socio.

Come si versa la quota di capitale sociale?

Attualmente il nuovo socio-lavoratore sottoscrive una quota di € 2.000,00. Si versa a rate attraverso una serie di trattenute dalla busta paga. Queste trattenute sono definite in base ai diversi livelli di inquadramento contrattuale. Questo per cercare di non incidere troppo sullo stipendio di ciascuno. Mediamente il versamento della quota sociale si conclude nell’arco di tre anni.

Quali sono i vantaggi per i Soci?

  1. La partecipazione.
    Ogni socio con il suo voto in Assemblea Generale approva i bilanci e la destinazione degli utili, nomina i membri del Consiglio di Amministrazione, il Presidente, modifica lo Statuto e i Regolamenti e partecipa alle scelte più importanti della vita della cooperativa.
  2. Le convenzioni con diverse attività commerciali, per offrire acquisti a prezzi vantaggiosi e che rispondano ai bisogni della vita quotidiana (cure mediche, assistenza legale, consulenza bancaria, manutenzione delle autovetture e ristorazione ecc.). Puoi usufruire delle convenzioni attraverso la Tessera Socio.
  3. La Tessera Socio è una card nominativa consegnata ad ogni socio della Cooperativa. Consente di poter usufruire di tutti i vantaggi, le convenzioni e le iniziative a favore dei Soci. Esiste un regolamento di utilizzo che prevede la restituzione al termine del rapporto con la cooperativa.
  4. L’Assistenza Sanitaria Integrativa. Una novità introdotta dal Contratto Nazionale che prevede la possibilità di rimborsi per visite mediche specialistiche, diagnostica strumentale, prevenzione odontoiatrica.
  5. Il ristorno e la remunerazione del capitale sociale. Quando il bilancio della cooperativa chiude con un margine positivo, questo utile viene distribuito anche ai soci attraverso queste due modalità. Quindi il socio può avere anche un piccolo interesse economico nell’investire nella cooperativa e nel proprio lavoro.
  6. Il Prestito a Socio offre la possibilità di ottenere un finanziamento (massimo €1.500) dalla Cooperativa a fronte di specifi che richieste da parte dei soci. Esiste un regolamento approvato dall’Assemblea dei Soci che definisce i criteri di accesso e le modalità del prestito.
  7. Il Libretto di Risparmio consente di mettere da parte piccoli risparmi, remunerati e svincolati, cioè disponibili in qualsiasi momento e senza spese di gestione. E’ uno strumento dal grande valore sociale, che promuove la capacità di risparmio e al tempo stesso contribuisce allo sviluppo della cooperativa, e quindi del lavoro. 
    • Costi e Spese Zero: apertura, operazioni, estinzione e qualsiasi tipo di comunicazione. Tutte le operazioni sono gratuite.
    • In ogni momento è sempre possibile sia versare che prelevare: oggi nessuna Banca garantisce il 2% oppure il 3% netto su un deposito a vista, cioè ritirabile in qualsiasi momento.
    • Possibilità di accreditare sul Libretto una parte dello stipendio e fare un “piano di risparmio”
    • Non è vincolato: non ci sono vincoli di durata, si può sempre prelevare quanto depositato

  

FASCIA EURO

TASSI DI REMUNERAZIONE LORDI TASSI DI REMUNERAZIONE NETTI
Fino a € 10.000  1,75% 1,29%
Oltre € 10.000  3,00% 2,22%

Allegati